16265681 1670118259948077 8009356243498304496 n

 

Italia non profit lancia la guida completa alla Riforma del Terzo Settore: una pagina interattiva e facilmente navigabile per chiunque voglia comprendere in ogni suo aspetto le novità della Riforma.

Italia non profit pubblica questo contenuto in occasione dell'uscita degli schemi di decreti sui siti di Camera e Senato avvenuta il 22 maggio. A partire dai prossimi giorni, questi schemi saranno oggetto di esame da parte delle Commissioni competenti, lavoro che si concluderà il 21 giugno.

Entro i primi giorni di luglio il Consiglio dei Ministri dovrà emanare tutti i decreti che regolano i diversi aspetti che la Riforma del Terzo settore andrà a modificare: dalle regole per il 5x1000, al servizio civile, dalla nuova impresa sociale e dai centri di servizio per il volontariato fino alle nuove regole di deducibilità e detraibilità per i donatori.

Italia non profit ha quindi creato una pagina web che spiega, racconta e presenta la Riforma in un modo dinamico e fruibile, capace di metter in evidenza il cambiamento in atto per la società civile e per il Settore.

“La Riforma del Terzo Settore segna un passaggio importante, storico, non solo per gli enti stessi, direttamente interessanti, ma più in generale per la società” – sottolinea Giulia Frangione di Italia Non Profit. “E’ la prima riforma organica che riguarda un settore fondamentale della vita del Paese, e per questo è interessante analizzarla, comprenderne le sue parti, visualizzare i cambiamenti e i passaggi fondamentali. Italia non profit desidera, con questo contenuto interattivo, supportare la conoscenza della Riforma del Terzo settore e partecipare alla riflessione condividendo un’analisi navigabile e aggiornata che evidenzi i contenuti della norma, articolo per articolo, ma anche gli attori coinvolti, su chi impatteranno i cambiamenti e come saranno sviluppati e realizzati. Una landing page costantemente aggiornata, semplice e diretta - come le nuvole di contenuti da esplorare (temi della riforma) e le mappe delle metropolitane (articoli della legge delega) - che possa fungere da punto di riferimento per la comprensione della Riforma non solo per gli enti del Terzo settore, ma anche per i cittadini che desiderano informarsi e approfondire questo cambiamento”.

Sfoglia la guida completa alla Riforma del Terzo Settore

Riforma del terzo settore

Premio cultura + impresa 2016

 

Il Premio CULTURA + IMPRESA è il più importante appuntamento italiano dedicato alle Sponsorizzazioni, alle Partnership e alle Produzioni culturali d’impresa, per valorizzare come oggi il rapporto tra Imprese e Istituzioni e Operatori culturali può assicurare risultati rilevanti per il loro impatto sociale, economico, culturale. Promosso dal Comitato CULTURA + IMPRESA - fondato da Federculture e The Round Table nel 2013 – e giunto alla quarta edizione, quest’anno ha visto impegnati 27 Giurati che hanno concluso i lavori di valutazione dei 20 Progetti finalisti nelle categorie “Sponsorizzazioni e Partnership Culturali”, “Produzioni Culturali d’Impresa”, “Fondazioni d’Impresa” e “Art Bonus”, e hanno indicato i vincitori.

Per la categoria “Sponsorizzazioni e Partnership Culturali” va a Generali Italia con ”Valore Cultura”, articolato progetto di sponsorizzazione di istituzioni liriche e culturali in Italia. OVS se lo aggiudica nella sezione “Produzioni Culturali d’Impresa” con “OVS ARTS OF ITALY”, innovativo progetto di valorizzazione delle bellezze artistiche con la produzione di una capsule collection ispirata ai dettagli di tesori dell’arte italiana. Nella categoria “Fondazioni d’Impresa” il Primo Premio va alla Fondazione Banco di Napoli con il progetto “Il Cartastorie, Museo Archivio Storico Banco di Napoli” - che comprende “Kaleidos”, innovativo percorso espositivo multimediale – mentre nella nuova categoria “Art Bonus” – in collaborazione con ALES - è assegnato alla Fondazione Pier Lombardo con la “Riqualificazione dell’ex Centro Balneare Caimi”: qui l’Art Bonus ha trasformato a Milano una ex piscina in un suggestivo spazio culturale, adiacente al Teatro Franco Parenti.

Le Menzioni Speciali ad altri progetti meritevoli di attenzione vanno a “Magnificat: Salita e Visita alla Cupola”, di Kalatà, grazie al sostegno dello sponsor Michelis Snc, e “IN Opera Liquida all’Idroscalo”, progetto di Associazione Opera Liquida, finanziato da Fondazione Cariplo, a “MUMAC Library” - progetto del Gruppo Cimbali - e “Stazioni d’Artista”, promosso da Centostazioni - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Nella categoria “Fondazioni d’Impresa” la Menzione Speciale è stata assegnata a “Talenti On Stage”, di Fondazione TIM, e nella sezione “Art Bonus” a “I Cento Mecenati dello Sferisterio”, campagna realizzata dall’ Associazione Arena Sferisterio.

«Questi 10 Progetti premiati sono emblematici di una ‘Sistema Impresa’ italiano che con creatività e spesso passione affianca e sostiene la Cultura, ricevendone al tempo stesso preziosi contributi reputazionali, creativi e professionali» sottolinea Francesco Moneta, Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA. Quest’anno la Giuria può rappresentare un «Viaggio nell’Italia delle Partnership culturali’ assai variegato, con Operatori culturali, tipologie di Progetto e Imprese di diverse dimensioni e territorialità. Vorremmo che queste ‘buone pratiche’ fossero di stimolo per moltiplicare il valore economico e sociale che questa alleanza sa generare per il nostro Paese».

«La qualità dei progetti vincitori di questa edizione del nostro concorso testimonia una grande dinamicità e capacità innovativa del sistema culturale italiano – dichiara Andrea Cancellato, Presidente di Federculture - che, soprattutto quando impresa privata e operatori culturali condividono una visione di sviluppo nell’interesse pubblico, è in grado di dare vita ad esperienze che arricchiscono l’intera collettività».

Il Workshop di premiazione è in programma nella mattina del 24 maggio 2017 nella splendida nuova sede della Fondazione Feltrinelli, e come da tradizione nelle edizioni precedenti sarà una importante occasione per confrontarsi con i vincitori, ascoltare le loro case histories, oltre che alcuni autorevoli interventi di contesto del rapporto tra Cultura e Comunicazione d’ Impresa.

Il prestigioso ‘Premio d’Autore’ quest’anno sarà di particolare valore artistico, grazie all’estro creativo dell’artista multimediale Silvia Iorio e alla partecipazione di Fondazione Exclusiva e di Exclusiva Design, che lo hanno appositamente progettato e realizzato per il Premio CULTURA + IMPRESA. L’opera d’arte “De Siderium”, in quattro esemplari, sarà consegnata ai Primi Classificati nelle quattro categorie.

27 sono i Giurati dell’Edizione 2016 del Premio CULTURA + IMPRESA: Elena Amadini, Vicedirettrice Commerciale Veronafiere; Roberto Amarotto, Consigliere e Responsabile Osservatorio Unicom – Unicom; Salvatore Amura, Presidente Accademia di Belle Arti - Aldo Galli IED Como; Nicola Bedogni, Senior Fundraiser, Vice-presidente ASSIF; Claudio Bocci, Direttore Federculture; Carolina Botti, Direttore Ales S.p.A.; Laura Cantoni, ricercatrice e fondatrice Astarea; Carola Carazzone, Segretario Generale ASSIFERO; Palmina Clemente, Responsabile Marketing Territoriale Camera di Commercio di Milano; Andrea Cornelli, Delegato ASSOCOM; Giuseppe Costa, Direttore Vicario Assessorato alla Cultura, Regione Lombardia; Giovanni Crupi, Direttore Sviluppo Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano; Amedeo Del Principe, Responsabile del Servizio Promozione e Qualificazione delle Filiere del Made in Italy - Unioncamere; PierCarla Delpiano, Presidente Fondazione Stelline e Direttore Comunicazione Fiera Milano S.p.A.; Walter Hartsarich, Past President MUVE Musei Civici di Venezia; Giovanna Maggioni, Direttore Generale UPA; Marcella Mallen, Presidente Prioritalia; Chiara Mancini, Responsabile Direzione Relazioni Istituzionali e Media - ABI; Fabio Mazzeo, Presidente Fondazione Exclusiva; Francesco Moneta, Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA; Elisabetta Patti, Responsabile Progetti Culturali Fondazione Bracco; Anna Puccio, Segretario Generale Fondazione Italiana Accenture; Stefania Romenti, Ricercatrice IULM; Filomena Rosato, Presidente ASSOREL; Vincenzo Santoro, Responsabile Dipartimento Cultura e Turismo di Anci; Catterina Seia, Direttore Arte e Imprese/ Il Giornale dell’Arte e Giornale delle Fondazioni e Rossella Sobrero, Fondatrice de Il Salone della CSR.

La Giuria ha espresso le proprie preferenze votando online attraverso la piattaforma IdeaTRE60, messa a disposizione dalla Fondazione Italiana Accenture.

I parametri di valutazione utilizzati dalla Giuria si possono verificare sulla piattaforma http://culturapiuimpresa.ideatre60.it/, insieme alle altre informazioni inerenti il Premio, tra cui i premiati e le case-histories delle edizioni precedenti.

Il Premio CULTURA + IMPRESA 2016 è promosso in collaborazione con ALES, Camera di Commercio di Milano, Fondazione Italiana Accenture, Veronafiere, ed è affiancato da numerose istituzioni e organismi rappresentativi dei mondi della Cultura, dell’Impresa e della Comunicazione.

Hanno dato la loro adesione: ABI – Associazione Bancaria Italiana, ACRI – Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Italiane, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, ALES SpA, ASSIF – Associazione Italiana Fundraiser, Assifero, ASSOLOMBARDA, ASSOCOM, ASSOREL – Associazione Italiana delle Agenzie di Relazioni Pubbliche, FERPI – Federazione delle Relazioni Pubbliche Italiana, PR Hub, Prioritalia, Regione Lombardia, Unicom, Unioncamere.

Il premio è inoltre patrocinato da ESA – European Sponsorship Association.

I Media Partner della IV Edizione del Premio sono Arte e Imprese/ Il Giornale dell’Arte, Il Giornale delle Fondazioni e TVN Media Group.

Fondazione Fitzcarraldo, UPA Utenti Pubblicità Associati, IULM e Accademia di Belle Arti - Aldo Galli IED Como mettono a disposizione per i vincitori del Premio CULTURA + IMPRESA 2016 altrettanti premi formativi.

16473091 10154162262066776 8119811537291889830 n

 

Dal 17 al 19 maggio si terrà a Lazise (VR) la decima edizione del Festival del Fundraising, il più grande evento nazionale per chi si occupa di raccolta fondi.

Due le parole chiave che hanno contraddistinto l'evento in questi dieci anni: 

  • formazione: più di 68 sessioni in programma, 80 workshop, più di 65 speaker italiani e internazionali di altissimo livello e 2 plenarie.
  • network: è un momento importante per allacciare nuovi rapporti e rinsaldare vecchi legami grazie alla presenza di più di 200 organizzazioni nonprofit e oltre 800 professionisti, oltre all'area matching, la festa a tema e lo speed date. 

Nato nel 2007 con quasi 300 partecipanti , il Festival è cresciuto di anno in anno diventando il punto di riferimento in Italia per la formazione professionale dei fundraiser. Nella prossima edizione l’offerta sarà particolarmente ricca e interessante. Tra i nomi dei relatori internazionali da non perdere:

  • Jeff Brooks, esperto di strategia e fondatore del blog più avanti di tutti, Futurefundraisingnow.com
  • Raimonds Kulbergs, esperto di donazioni online, ha fondatoFunderful.com, includendo gaming & regular giving in una sola piattaforma.
  • Maia Kahlke Lorentzen, esperta di mobilitazione online, ha consolidato la sua esperienza lavorando per Greenpeace, l’onp numero uno sull’online.
  • Lynne Wester, esperta di donor care, fondatrice del seguitissimo blog Donorrelationsguru.com
  • Beate Sørum, esperta di web webdesign, ha lavorato per l’innovativa Norwegian Cancer Society

Le iscrizioni sono già aperte e per chi si iscrive entro il 28 febbraio, c'è uno socnto di 170 euro. 

Per tutte le informazioni visita il sito web http://www.festivaldelfundraising.it

foto master Fundraising Forlì

Sono aperte le iscrizioni alla 15° edizione del Master in Fundraising per l’anno accademico 2016/2017. Il corso universitario più innovativo sulla raccolta fondi, la cui sede è nel Campus forlivese di via Lombardini 5, vanta un programma formativo di alta qualità assicurato dalla presenza come docenti dei migliori professionisti del settore.

Il tetto massimo di iscritti per quest’anno è stato fissato a 40 e le iscrizioni saranno possibili fino al 5 dicembre 2016. Le selezioni si svolgeranno, invece, lunedì 15 dicembre attraverso un breve test psico-attitudinale e due colloqui motivazionali. Chi supererà le prove, potrà accedere a 400 ore di stage all'interno di organizzazioni nonprofit di caratura internazionale oppure in enti pubblici, e garantirsi, quindi, un inserimento lavorativo sicuro all’interno delle più importanti organizzazioni italiane ed estere. A dimostralo sono i numeri: a un anno dal conseguimento del titolo, gli alunni occupati sono ben il 93% del totale."Ogni anno al Master in Fundraising – spiega Gianni Solfrini, responsabile stage e placement del master - arrivano mediamente 210 proposte di inserimento, retribuito o in stage, per gli studenti".

Volendo fare un identikit di questi ultimi, a iscriversi sono maggiormente donne con una età media di 31 anni. In 14 anni, il corso ha formato 438 alunni: di questi il 66,21%, ovvero 290, erano studentesse mentre 148 (33,79%) erano uomini.

Al termine del percorso formativo, lo studente diventerà a tutti gi effetti un Fundraiser, professione nuova, sempre più ricercata sul mercato che permette di unire passione e professionalità. ll master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di formare diverse figure professionali. Tra queste, rientra certamente quella del fundraiser professionista ovvero chi opera all'interno di un'organizzazione nonprofit (o un ente pubblico) e la rappresenta all'esterno contribuendo, di fatto, a realizzare la “buona causa” dell'onp attraverso la raccolta fondi. Altra chance lavorativa è rappresentata dal consulente di fundraising ovvero chi opera all'interno di una società di consulenza assistendo l’organizzazione nonprofit su aspetti tecnici e supportandola, dunque, con consigli, aiuti, idee. In questo caso, dunque, non si raccolgono direttamente i fondi ma si contribuisce dall'esterno al successo della stessa. Porte aperte, poi, anche ad impieghi nel mondo profit in ambito, solo per citare un esempio, di responsabilità sociale d'impresa.

Per avere maggiori informazioni rispetto al programma del corso e alle scadenze, visitare il sito www.master-fundraising.it.

Giorno del dono IID

 

Manca poco al convegno "L'Italia che dona", in occasione del quale verrà lanciato ufficialmente il Giorno del Dono 2016, svelando programma, strumenti e protagonisti dell'iniziativa nazionale che ancora una volta vuole valorizzare il dono in tutti i suoi aspetti culturali, sociali ed economici. L'appuntamento è per venerdì 10 giugno alle ore 10:00, presso l'Auditorium Assolombarda di Via Pantano 9 a Milano, con molte novità tutte in vista del #DonoDay2016.

“All’evento parteciperanno i protagonisti dell’edizione 2016: i rappresentanti del mondo della società civile, delle imprese, del Terzo Settore, tutti a testimoniare l’impegno verso un cambio culturale che mette al centro la gratuità come spinta per l’avvio di relazioni sane e positive, alla base di una società democratica aperta e responsabile.” Cosi Edoardo Patriarca, Presidente dell'Istituto Italiano della Donazione (IID), ci introduce a DonoDay 2016. Patriarca infatti aprirà i lavori presentando lo stato dell’arte sulla seconda edizione del Giorno del Dono.

Tra i protagonisti vedremo Luigi Bobba, Sottosegretario Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il quale presenterà le novità presenti nella Riforma del Terzo Settore appena approvata, soprattutto per quanto riguarda le donazioni e le agevolazioni previste.

Anche Diana Bracco, Presidente Fondazione Sodalitas, porterà il suo contributo, dando voce al mondo delle imprese socialmente responsabili, da anni sempre di più protagoniste nel trovare soluzioni innovative insieme al Terzo Settore per la risoluzione di problemi sociali.

Tra i rappresentanti del Terzo Settore, interverranno Pietro Barbieri, Portavoce Forum del Terzo Settore e Stefano Tabò, Presidente Csvnet.

Non mancherà il punto di vista delle fondazioni bancarie, da sempre sostenitrici dell’IID: Marco Demarie per la Compagnia di San Paolo e Dario Bolis per la Fondazione Cariplo.

Tra gli ospiti anche Nicoletta Parisi, Membro del Consiglio dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), Adriano Coni, Responsabile Segretariato Sociale Rai e Massimo Ciampa, Segretario Generale Mediafriends.

Durante l’evento Cinzia Di Stasio, Segretario Generale IID, presenterà le diverse modalità per aderire al Giorno del Dono rivolte a tutti: scuole, comuni, territori, semplici cittadini, associazioni e onlus. Attraverso una piattaforma dedicata, studiata probono insieme a Nonprofit Solutions, partner tecnico dell’iniziativa, tutto il paese sarà chiamato a raccontare la propria esperienza di dono e ad organizzare iniziative nelle due settimane del dono dal 26 settembre al 7 ottobre. L’IID costruirà la mappa dell’Italia che Dona, raccogliendo e valorizzando le iniziative sul territorio che risponderanno alla chiamata.

La moderazione dell’evento è a cura di Giovanna Rossiello, conduttrice di Tg1 fa la cosa giusta, Media partner dell’iniziativa.

E’ già stato riconfermato il patrocinio di Anci, Miur, Città Metropolitana di Milano ed è stato ottenuto il nuovo patrocinio di Segretariato Sociale Rai e ACRI.

Inoltre durante l’evento verrà lanciata ufficialmente la partnership con il Banco Popolare. Il gruppo bancario infatti, già socio sostenitore di IID, ha deciso di aderire al Giorno del Dono sostenendo economicamente le attività per il 2016.

Saranno Media partner, oltre a Tg1 fa la cosa giusta, anche Avvenire, Vita, Redattore Sociale, Altreconomia, Volontariato Oggi, Skuola.net, Il Giornale della Protezione Civile, Felicità Pubblica.

 

Comunicato stampa ricevuto dall'Istituto Italiano della Donazione

10 dicembre presentazione ricerca sui comportamenti di donazione a Padova

 

Giovedì 10 dicembre, alle 11.30 presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi di Padova verrà presentata l'indagine "Attitudini e sensibilità dei padovani alle donazioni e al sostegno di strutture e attività di cura" realizzata dall'ULSS 16 di Padova e la Fondazione Casa dei Colli Onlus

L'indagine è stata svolta da LAN - Local Area Network Srl - su un campione di 1.000 abitanti della provincia di padova dal 3 al 16 settembre. Il sondaggio ha rilvevato quanto sia sviluppata, nei padovni, la disponibilità alla donaizone. Il risultato è apparso, fin dall'inizio della rilevazione, estremamenete importante per l'interesse e la disponibilità dimostrata dagli intervistati: la comparazione con le medie nazionali mette in rilievo quanto a Padova e provincia sia sviluppata questa peculiarità. Sociologicamente e giornalisticamente il dato è di grande valore.

Durante la presentazione dell'indagine interverrà Luca Romano (LAN) per illustrare le caratteristiche rilevanti dell'indagine. Seguirà una discussione moderata da Elio Silva (giornalista del Sole 24 ore) tra Vittorio Filippi (sociologo) e Luciano Zanin (presidente ASSIF).

L'evento sarà seguito da un aperitivo offerto da Coldiretti Padova.

Per maggiori informazioni: fondazione@casaicolli.it

 

giornata dono iid

 

"Il nostro Paese ha dato e continua a dare grandi testimonianze di gratuità e generosità. Queste costituiscono un patrimonio civile, culturale, di valore inestimabile, che incide sulla qualità della nostra vita, migliorandola, contribuendo alla coesione sociale". Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha salutato il primo giorno nazionale del Dono istituito per legge dal Parlamento italiano nel luglio scorso. "La gratuità - ha aggiunto Mattarella- non è generata dall'istinto. Tante paure del nostro tempo ci spingono piuttosto verso l'egoismo e la conservazione. Il dono ha bisogno di cuore e ragione. Donare può suscitare una speranza, può ricostruire legami, può diffondere quella fiducia che poi ritorna a beneficio di tutti. Il dono costruisce comunità, contrasta l'odio, semina serenità e pace".


Più di settanta le iniziative che si sono svolte in tutta Italia, con l'evento centrale a Milano nell'ambito di Expo 2015 organizzato dall'Istituto Italiano della Donazione (IID) in collaborazione con i suoi soci, i Comuni e le scuole aderenti al Giorno del Dono e il Corriere della Sera che ha ospitato a Casa Corriere in Expo l'evento clou.

Ad introdurre la giornata il presidente dell'IID Edoardo Patriarca che ha parlato di dono come di "principio costituzionale, fondativo della Repubblica". "Il dono -ha aggiunto Patriarca- ci offre la possibilità di stare insieme, di costruire legami e relazioni e di scambiarci non solo beni e dei servizi, ma di ricostruire quella fiducia nella società e negli altri che il nostro Paese sta perdendo. Solo se saremo più comunità riusciremo a vincere le sfide che abbiamo davanti. Da domani lavoreremo a costruire il Giorno del Dono 2016, aumentando sempre di più il nostro impegno per la cultura del dono".

E insieme a Patriarca sono stati nel pomeriggio il comico Enrico Bertolino, il cantautore Roberto Vecchioni e i giornalisti Giangiacomo Schiavi e Luca Mattiucci ad animare l'evento a Casa Corriere in Expo.

"Donare apparentemente è perdere qualcosa - ha detto Vecchioni -, ma in realtà ti fa sentire parte di comunità di persone. Per questo è importante educare al dono fin da bambini". "La capacità e l'intelligenza di donare - ha aggiunto Vecchioni - deriva da qualcosa che in Italia manca sempre di più: la cultura intesa nel senso più puro della parola. La cultura ci insegna a capire gli ipocriti e i falsi. I bambini devono sapere da piccoli cosa è il mondo, perché quando sei un conoscitore della cultura diventi un lettore di anime". Bertolino ha parlato dei progetti della sua onlus in Brasile e ironizzato con leggerezza e acume sul tema del giorno, mentre un altro messaggio prezioso è giunto dall'atleta paraolimpica Giusy Versace. "Sono felice di questa iniziativa - ha detto Versace -, il dono è una cosa importante, per me il dono è vivere il presente. Ho perso le gambe dieci anni fa, ma non mi arrabbio con la vita, ringrazio Dio per avermi dato questa vita. La vita stessa è un dono così meraviglioso che la gente dimentica di quanto sia prezioso. Date valore a tutte le cose che avete senza perdere tempo".

L'Istituto Italiano della Donazione ha premiato le scuole e i Comuni che hanno dato il loro contributo alla giornata. Fra i tanti Comuni - 161 sono quelli che hanno aderito grazie al sostegno e all'impulso dell'Anci e del suo presidente Piero Fassino -, i riconoscimenti sono andati alle amministrazioni di Poggio Torriana (Rimini), San Paolo di Jesi (Ancona) e Crema (Cremona). Mentre il contest video, introdotto dal saluto del Ministro Stefania Giannini e in collaborazione con il MIUR "Donare molto di più di un semplice dare" ha visto premiare tre fra i quaranta video di altrettante scuole in concorso (premio giuria tecnica, premio IID e premio giuria popolare). Il premio giuria tecnica è andato al liceo linguistico Alberico Gentili di San Ginesio in provincia di Macerata. Ad insegnati e ragazzi ha consegnato il premio la giornalista cinematografica Claudia Catalli. Gli altri due premi sono stati assegnati rispettivamente al Liceo Classico Leopardi di Recanati e all'Istituto Comprensivo Lorenzo Milani di Policoro (Matera). Una menzione speciale è stata consegnata all'associazione Don Baroni Onlus di Lucca e alle scuole del territorio che si sono impegnate per celebrare il Giorno del Dono, incidendo anche un pezzo musicale intitolato Inno del Dono.

i venerdi del fundraising

Il Master in Fundraising dell'Università di Bologna - sede di Forlì ha organizzato una serie di appuntamenti gratuiti "i venerdì del fundraising" per scoprire la professione del fundraiser e le opportunità che il Master offre.

Gli appuntamenti sono: 

  • 2 ottobre dalle 10.00 a Bologna il workshop "Fundraiser: la professione che ti cambia la vita"
  • 9 ottobre dalle 14.00 la Skypecall "Una chiaccierata. Un fundraiser professionista2
  • 16 ottobre dalle 14.30 a Forlì l'Open Day con presentazione del Master "Vita da fundraiser: ieri studenti, oggi professionisti"
  • 23 ottobre e 13 novembre dalle 9.00 la Skypecall "Una chiacchierata con... Adele Guardigli"
  • 30 ottobre e 20 novembre dalle 14.00 la Skypecall "Una chiacchierata con... Valerio Melandri"
  • 6 novembre dalle 14.00 la Skypecall "Una chiacchierata con... uno studente dell'anno in corso"

 

Per maggiori informazioni vai sul sito http://www.master-fundraising.it/214-Incontriamoci/ oppure scrivi a master@fundraising.it

 

iid dono

Il 9 luglio scorso si è concluso il relativo iter parlamentare ed ora il GIORNO DEL DONO è legge della Repubblica Italiana. L'Istituto Italiano della Donazione sta lavorando per organizzare le attività per GIORNO DEL DONO 2015, la prima vera giornata nazionale dedicata al dono, che avrà luogo il 4 ottobre 2015 presso Cascina Triulza, nella speciale cornice di Expo Milano 2015.

Per celebrare al meglio questo appuntamento l’IID ha lanciato la campagna #ilDonoXme: dopo il coinvolgimento attivo delle scuole, #ilDonoXme entra ora nel vivo grazie al contributo dei Soci IID, che stanno realizzando video dedicati al GIORNO DEL DONO, grazie al coinvolgimento di donatori e volontari.

Leggi tutto...

luce sul sociale fermi

Anche ASSIF aderisce al primo social media bombing targato Ferpi del 10 giugno alle ore 09.00 per sensibilizzare il mondo della comunicazione a sostenere l’iniziativa Luce sul Sociale, un crowdfunding che ha come obiettivo la realizzazione di un eBook con il glossario 365 parole per comunicare il sociale e un cruscotto di indicatori di misurazione dell’efficacia e dell’efficienza delle capacità di relazione delle organizzazioni non profit.

Entrambe le attività (glossario e cruscotto) sono state realizzate in collaborazione con il Tavolo di confronto con il Terzo Settore a cui hanno partecipato importanti associazioni non profit. Il cruscotto di indicatori di misurazione dell’efficacia e dell’efficienza della capacità di relazione delle organizzazioni non profit è il risultato dell’impegno di Stefania Romenti (docente dell’Università IULM ed esperta del tema) e della collaborazione di alcune associazioni non profit.

Nell’ambito del progetto di crowdfunding Luce sul Sociale, chi dona 10 € riceverà in anteprima l’e-book; chi dona 20 € potrà anche partecipare alla Master Class, dedicata ad approfondire strumenti e tecniche della comunicazione sociale. In tutti i casi il nome del donatore comparirà nella pubblicazione tra i ringraziamenti.

Leggi tutto...
 

Chi è il fundraiser

Scopri chi è realmente il fundraiser, le diverse tipologie e le mansioni.

Scopri
 

Diventa socio

Vuoi entrare a far parte del network dei fundraiser italiani? Scopri come fare.

Scopri
 

Scopri i soci

Fai una ricerca tra tutti i soci e mettiti direttamente in contatto.

Scopri
 

Rinnova la tessera

Versare la quota annuale o fare una donazione è molto semplice.

Scopri

Questo sito utilizza i cookie che permettono di migliorare la tua navigazione. Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi la nostra Informativa sulla Privacy